Esclusivo TPI: “Che me ne fotte, io gli facevo il tampone già usato e gli dicevo… è negativo guagliò”. Continua la nostra inchiesta sulla truffa dei tamponi falsi in Campania, vicenda scoperta dalla giornalista Amalia De Simone grazie a una serie di intercettazioni e testimonianze inedite che rivelano come funzionava il sistema (qui la prima parte dell’inchiesta). Ora abbiamo trovato anche il principale indagato di questa indagine. Che parla a TPI, e tira in ballo la Regione Campania: “La Asl Napoli 3 sapeva perché ho fatto test anche per loro conto”, dice. “Ho le fatture che lo dimostrano” … “E poi chiunque può fare i tamponi, non serve una laurea per fare un test, ti mostro come si fa”.

Inchiesta sui tamponi falsi in Campania/ Parte 2, di Amalia De Simone – “Ora ho poco tempo perché ho una serie di appuntamenti per eseguire tamponi”, sbotta a TPI Raffaele Balbi, medico del 118 dell’Asl Napoli 2 e principale indagato dell’inchiesta sui tamponi falsi in Campania, vicenda scoperchiata dal nostro giornale con una serie di intercettazioni e testimonianze esclusive. 

Qui la videoinchiesta: https://www.tpi.it/cronaca/campania-tamponi-falsi-intervista-integrale-principale-indagato-20201107695539