Tra Campania e Lazio c’è un’ex base Nato, nome in codice Proto, in totale stato di abbandono. Costruita negli anni ‘50 è stata dismessa e “tombata” nel ‘96. Nonostante ciò continua ad essere una minaccia per la salute. All’interno una vera e propria discarica di materiali pericolosi

Schermata 05-2457172 alle 12.17.04

(10 febbraio 2015) – Bisogna camminare un paio di chilometri al buio, con l’aria rarefatta, evitando buche, pozze di acqua, cappotti di muffa e ragni, prima di trovare un distretto dimenticato di impianti e tubi arrugginiti, fili, amianto, sistemi di controllo. Inoltrandosi in quella discarica bellica si perde il senso dell’orientamento. Una piccola città dismessa e nascosta nel ventre di una montagna. All’esterno, tra le rocce del monte Petrino, al confine tra la provincia di Caserta e il basso Lazio, spuntano delle torrette: sono tra i pochi indizi della presenza di questo sito strategico della Nato, abbandonato da anni e inghiottito dalla natura.

La videoinchiesta per il corriere.it – http://www.corriere.it/inchieste/viaggio-nell-ex-base-antiatomica-trasformata-bomba-ecologica/9e19f54c-b07e-11e4-8615-d0fd07eabd28.shtml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.