Parla la madre della bambina, rapita dal padre egiziano, tornata in Italia dopo 5 anni.

Schermata 11-2457350 alle 14.38.53

(26 giugno 2015) – “Mamy, mamy…”. Il tempo di un corsa e tutti i dubbi di Sandra si sono sciolti in un abbraccio. «Chissà se Sara si ricorderà di me, se mi vorrà, chissà cosa le hanno detto della sua mamma». E invece Sara non aspettava altro, da quattro anni. Era piccola quando suo padre l’aveva portata via in Egitto strappandola dall’amore materno. Un amore che non si è mai rassegnato e che ha dato la forza a Sandra di provare in tutti i modi a riavere la sua bambina. La storia della piccola Sara non era la storia di una bimba contesa: tutte le autorità giudiziarie italiane ed egiziane avevano stabilito che la bambina era affidata alla mamma e in capo al padre, un egiziano, pende un’ordinanza di custodia cautelare e un mandato di cattura internazionale per sottrazione di minore.

L’intervista: http://video.corriere.it/mio-primo-abbraccio-sara-ha-sciolto-ogni-dubbio-temevo-non-mi-conoscesse/063a91a0-1b77-11e5-8694-6806f55cfc9e